Driver per le città intelligenti del futuro

Le Smart City

Come saranno le città del futuro? Questo interrogativo aleggia da sempre nella mente dell’uomo e quasi sempre l’immaginario non corrisponde a quella che è in realtà l’effettiva applicazione del reale sviluppo tecnologico. Negli ultimi anni è innegabile che la comunicazione tra il cittadino e la città ha fatto un salto in avanti in termini di semplicità e soprattutto di connessione. A pari passo con l’evoluzione della tecnologia utilizzata dall’utente-cittadino, infatti, le città hanno cercato di offrire servizi e strutture adeguati dando così luce alle smart city. Ecco la comparsa, quindi, delle città che offrono servizi aggiornati in tempo reale e una connessione costante alla rete. Informazioni sullo stato dei mezzi pubblici, sulla disponibilità di parcheggio, sulle condizioni del traffico, sono solo alcuni delle applicazioni possibili che una smart city può offrire.

Driver: il nuovo traduttore intelligente

Le città intelligenti sono quindi quelle che riescono a tradurre i bisogni cittadino-utente e a trasformarli in servizi e informazioni fornite in tempo reale. Per ottemperare a questo bisogno nasce l’esigenza di facilitare le connessioni fra gli strumenti che forniscono i servizi e un computer che li possa gestire costantemente collegato alla rete. Questo è lo scopo principale di un Driver. Grazie a questo componente elettronico è possibile mettere in comunicazione un computer con un innumerevole tipologia di sensori e dispositivi. Immaginate, per esempio, di voler ottimizzare i consumi dell’illuminazione pubblica di un intero quartiere cittadino: l’installazione di un Driver in ogni punto luce permetterebbe di ottenere tale risultato in poche ore, facendo attenzione anche ai consumi e all’impatto ambientale.

Sviluppo sostenibile

Riuscire ad occuparsi di innovazione tecnologica senza depauperare le risorse che si hanno a disposizione e contemporaneamente ottenere il massimo risultato in termini di utilità può sembrare un’impresa quasi impossibile. Sorprende sapere che proprio in Italia ci sono giovani aziende che hanno fatto dello sviluppo sostenibile la loro mission aziendale.

L’Italia del futuro

Un case history che vale la pena citare è quello della LEDCOM International S.r.l. di Milano, che si è aggiudicata un importante riconoscimento all’evento ChinItaly Innovation and Entrepreneurship Competition, presentando quella che è stata giudicata la migliore idea tra 10 start-up internazionali. La giovane azienda milanese si occupa principalmente di produrre apparati, appunto Led Driver, per l’alimentazione delle lampade a LED, controlli wireless e applicazioni per la smart city.

Tramite i loro apparati è possibile, infatti, creare una vero e proprio sistema di gestione dell’illuminazione pubblica accoppiato all’utilizzo della tecnologia a LED, ottenendo così una ottima resa in termini tecnici e abbassando notevolmente gli indici di impatto ambientale. Il tutto gestibile tramite la tecnologia wireless.

Posted in Tecnologia

Permalink

Comments are closed.